Estetica

Denti bianchi e chirurgia estetica

Lo sbiancamento dei denti ha un effetto forte nel ringiovanimento dell’ immagine ed è per questo motivo che alla Clinica Pallaoro di Chirurgia Estetica impiegano tecnologia di luce al plasma per raggiungere ottimi risultati e denti sempre più bianchi.

Osteointegrazione delle protesi dentarie

La sostituzione di denti caduti è un problema che si è cercato di risolvere sin dall’antichità.  Solo recentemente l’evoluzione della tecnica e dell’ingenieria dei materiali ha permesso all’odontoiatria di elaborare soluzioni scientificamente ed esteticamente soddisfacenti.

Padre indiscusso dell’implantologia moderna è il Prof. Branemark,che dimostrò scientificamente nel 1959 il processo dei  l’osteointegrazione. I suoi studi hanno contribuito a rendere realizzabile la terapia impiantare con una serie di protesi dentarie efficienti e durature. Le ricerche scientifiche hanno dimostrato esaurientemente che se si inserisce nel tessuto osseo,mediante tecnica chirurgico atraumatica,un impianto dentario,si stabilisce un’interazione stabile e permanente. Un legame biologico di integrazione viene formato tra l’impianto e il tessuto osseo. Da qui deriva appunto il termine di osteointegrazione.

Caduta ogni perplessità

Le perplessità che a volte impediscono di affrontare una procedura implantologica per lo sostituzione di uno o più elementi mancanti derivano da timori che non trovano più alcun fondamento alla luce dell’evoluzione delle moderne tecniche odontoiatriche.

La procedura d’impiano è breve,indolore (anestesia locale) e non causa reazioni di rigetto. L’età,come dimostrato da numerosi lavori scientifici e dall’alto numero di pazienti trattati,non costituisce una controindicazione.

Riabilitazione estetica e sociale

Le protesi dentarie fisse ed in particolare gli impianti dentali offrono al paziente una nuova opportunità. La moderna implantologia  sostituisce i denti naturali mancanti con impianti di vario tipo costruiti con diversi materiali biocompatibili. Questi impianti vengono fissati nella struttura ossea. Leggi ancora Riabilitazione estetica e sociale

Perdita dentaria e protesi mobili

La perdita dentaria viene sovente corretta con protesi dentarie mobili parziali o totali.  In alcuni soggetti,questo tipo di impianto viene accettata anche se con rassegnazione. Altri soggetti non riescono a portare la protesi mobile la quale provoca forti disagi e sofferenze. Tanto grave può essere la situazione da creare traumi psicologici,instabilità e calo dell’autostima. Ciò ovviamente si riflette sulle interazioni sociali e addiritura sullo stato di salute generale. Leggi ancora Perdita dentaria e protesi mobili

Protesi dentarie mobili

Con il termine “protesi mobile”si intendono tutte le protesi atte alla sostituzione di intere arcate o parti di essa;definite mobili in quanto possono essere rimosse facilemente durante l’arco della giornata dal paziente stesso.

Protesi mobili sono:protesi totale,parziale e mista-scheletrata. Leggi ancora Protesi dentarie mobili

Faccette

Le faccette in porcellana sono sottili lamine in ceramica che vengono cementate sulla superficie visibile dei denti anteriori. I denti che accolgono una faccetta sono leggermente limati per far spazio alla ceramica. Tuttavia,la loro preparazione è estremamente conservativa e deve essere mantenuta a livello della porzione più superficiale del dente,lo smalto. Lo smalto consente un’adesione ottimale delle faccette al dente.

Protesi su impianti

In questo caso la radice dell’elemento mancante viene sostituita da un impianto implantologia in titanio e su questo viene cementato o avvitato l’elemento protesico. Con gli impianti è possibile realizzare anche ponti che possono sostenere l’intera arcata dentaria.

Ponti

Nei ponti l’elemento dentario estratto viene sostituito da una protesi che comprende anche gli elementi dentari adiacenti che vengono per questo ridotti a monconi e protesizzati anch’essi. L’elemento mancante assieme agli elementi pilastro (i monconi sui quali si appoggia) forma il ponte. Può essere totale cioè comprendere l’intera arcata (protesi a ponte circolare) o parziale comprendente due o più elementi. Gli elementi pilastro devono essere sempre in numero superiore o uguale agli elementi mancanti,se ciò non sussiste si esegue una protesi mista. Può essere totale cioè comprendere l’intera arcata (protesi a ponte circolare) o parziale comprendente due o più elementi. Per travata si intende la parte di struttura destinata a sostenere l’elemento o gli elementi mancanti.

Corone

Le corone sono protesi per denti singoli dei quali almeno la radice è conservata. Si ancorano o al dente opportunamente preparato (moncone) o,tramite perni endocanalari,alla radice (corona Richmond). Le corone,come anche gli elementi di ponte possono essere in metallo,metallo ceramica,solo ceramica. Correntemente si stanno presentando altri materiali utili per la protesi fissa.

Protesi dentarie fisse:Requisiti della modellazione

Ogni tipo di modellazione per protesi fissa per rispondere alle caratteristiche indicate di funzionalità,resistenza,innocuità ed estetica e deve avere i seguenti fondamentali requisiti:

Modellazione perfetta
Dobbiamo ricostruire il dente interessato il più possibile simile a quello che il paziente aveva in natura,quindi intendiamo la ricostruzione di tutte le caratteristiche che aveva il dente sano;per questa ricostruzione ci avvaliamo degli eventuali altri denti presenti nell’arcata. La protesi dentaria fissa deve essere perfettamente modellabile. Leggi ancora Protesi dentarie fisse:Requisiti della modellazione

Protesi dentarie fisse

Le protesi dentarie fisse vengono cementificati agli elementi pilastro e non possono quindi essere rimossi dal paziente.

In base alle funzioni distinguiamo tre tipi di protesi dentarie fisse.

Protesi dentaria fissa da ricostruzione
Ricostruisce le parti del dente asportato. Preserva dalla completa distruzione (esempio:corone,intarsi,perno a moncone).

Protesi dentaria fissa in sostituzione
Sostituisce completamente con elementi particolari i denti naturali (esempio:protesi a ponte).

Protesi fissa di fissazione
Blocca e distribuisce correttamente le forze masticatorie (esempio:ferule di fissazione).

Tali elementi vengono fissati sul dente o radice e vengono chiamati “corone”. Se invece poggiano sui i denti adiacenti con il fine di “ripristinare”uno o più denti mancanti vengono chiamati “ponti”. Se gli elementi sono inseriti su impianti inseriti nell’osso sono definite “protesi su impianti”.

Sono definite invece protesi fissa anche le faccette,che consistono in gusci di ceramica da applicare sui denti anteriori per finalità estetiche o funzionali. Negli ultimi anni grande importanza ha assunto la realizzazione computer-assistita di protesi fisse con tecnologia CAD/CAM .